Press "Enter" to skip to content

Ciak Junior, quando gli adolescenti si raccontano

di Simona Pacini

Elisa vorrebbe partecipare a un concorso musicale ma, scoraggiata dalle angherie dei compagni di classe, ci rinuncia. Le sue giornate a scuola sono costellate da prese in giro e offese. Un giorno, entrando in aula, trova il proprio banco coperto di post-it pieni di insulti. Ma la musica per lei è vita e, quando gli altri non ci sono, si rifugia nella stanza del pianoforte dove finalmente può dare sfogo alla sua passione. Un giorno la sente Gabriel, uno dei compagni che ha partecipato alla persecuzione, pentendosene. E’ il più bravo della classe, e proprio a lui, come vincitore del concorso al quale lei non si è nemmeno iscritta, spetterà esibirsi in un concerto da solista. Gabriel accompagna un professore ad ascoltare Elisa. E’ talmente brava che, pur non avendo partecipato al concorso, verrà invitata a tenere il concerto insieme a Gabriel, esibendosi in un pezzo al pianoforte a quattro mani.

E’ questa la trama del cortometraggio incentrato sul bullismo, scritto e interpretato dagli studenti del laboratorio di cinema della scuola media Lepido di Reggio Emilia, dal titolo “A quattro mani”, che ha vinto il premio come Miglior Film Italiano al festival Ciak Junior di Jesolo e che ora rappresenterà l’Italia nella fase internazionale del concorso. Arianna , che interpreta il ruolo di Elisa, ha vinto il Premio Miglior Attrice.

In lizza per l’Italia c’erano altre due opere. Una realizzata dall’istituto Cornaro di Jesolo, (Venezia), “Pink or blue”, un corto molto incisivo sulla parità di genere, si è guadagnato la statuetta per il Miglior Soggetto.
L’altra, “Lo spirito verde”, dall’istituto agrario Patrizi di Città di Castello (Perugia), racconta l’importanza di mantenere pulito l’ambiente. Gli studenti protagonisti hanno vinto il premio come Miglior Gruppo di Interpreti. Il protagonista, Nicholas, si è aggiudicato, ex aequo con l’interprete di Gabriel in “A quattro mani”, quello per Miglior Interprete Maschile. Ai due studenti che hanno condotto il backstage, intervistando i compagni e presentando la propria città, il Premio Canale 5 per la spigliatezza e la simpatia.

La giuria, nella quale è stata rappresentata anche la rivista Offline, era composta da giornalisti, specialisti e blogger. La premiazione si è tenuta oggi a Jesolo. Il programma Ciak Junior con i cortometraggi italiani e con uno special finale dedicato al Festival, andrà in onda a partire da domenica 2 giugno alle 9.35 su Canale 5.
Il progetto Ciak Junior, un format del Gruppo Alcuni di Treviso ideato da Francesco e Sergio Manfio trent’anni fa, nel 1989, offre agli adolescenti un mezzo per raccontarsi attraverso brevi film. Gli oltre 500 cortometraggi prodotti fino a oggi in Italia e in altri 28 paesi del mondo rappresentano un variegato affresco del sentire dei giovani che negli anni hanno affrontato temi impegnativi come il bullismo a scuola, il cyberbullismo, il terrorismo, il razzismo, la tutela dell’ambiente, i problemi alimentari, la sicurezza sulle strade.
All’edizione 2019 hanno partecipato anche le tv di Belgio, Bulgaria, Cina, Croazia, Germania, Irlanda, Israele, Scozia e Slovenia.

(25 maggio 2019)

Commenti

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.